Blog: http://spaziozero.ilcannocchiale.it

TIMONI

prima di iniziare a scrivere vado a chiudere la porta.

ecco. Ho anche dovuto spostare una famiglia intera di moschine che volavano laggiù, vicino alla porta.
Questa mattina mi sono svegliata ridendo e non ricordo nemmeno uno dei sogni che mi sono passati per la testa questa notte.

Ricordo la cena di ieri. Abbiamo mangiato marlin.
Chiamerò così il gatto che sto per adottare, è il gatto dei vicini, rosso e bianco. Si mette sempre seduto davanti alla porta di casa, quella dentro che si apre sulla piccola corte. Appena la apro, lui entra, gironzola un pò, poi cerca di uscire dall'altra porta, quella che va in calle. E così per mille volte, finchè io non mi stanco di continuare a chiudere ed aprire.

Penso che non sopporto più i "dove sei?", "con chi sei?", "chi è quello?". Lo sapevo fino a ieri sera, ma oggi è chiaro. Le parole di ieri hanno segnato la differenza.
Non sono capace di sopportarlo.
Ricordo il mio morosetto di anni fa, ora lui vive con Pasquale.
Mi diceva sempre che io non lo amavo perchè non ero gelosa di lui. "Non mi chiedi mai: con chi sono, chi vedo,..., non puoi essere innamorata di me."
Io perplessa. Ho anche finto di esserlo, ho posto anch'io questi interrogatori fastidiosi, ma non sono molto convincente, non so neanche se ho mai davvero ascoltato le risposte.
 "Dove hai comperato il pane? Dalla sciura Pina, eh? Lo so io che vai da lei solo perchè ha due tette così". No, non sono credibile, i miei tentativi di essere gelosa sono davvero goffi e maldestri.

Mi sento un calzino steso al sole con la molletta.
Devo anche ritirare il bucato, a proposito.
Lì, in attesa di essere asciugato al sole, in attesa di essere ritirato da qualcuno.

No. Basta così.
Il vino di ieri sera era dolce.
E Puck, anche, come sempre. Ci siamo conosciuti cercando la traduzione di farfalla in giapponese 10 anni fa. Nel frattempo sono morte 3650 farfalle, perchè durano poco loro.

post terapeutico.


Pubblicato il 12/4/2007 alle 14.17 nella rubrica 0- nullo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web